Accade in cittàArticoli in primo pianoPalermo On

Una Marina di Libri: “I detenuti raccontano… Rosalia”

Dal Palco allestito all’Orto Botanico in occasione della manifestazione “Una Marina di Libri”, i detenuti-attori, che fanno già parte del Corso del Laboratorio Teatrale della Casa di Reclusione Ucciardone, condotto da Lollo Franco, direttore artistico del 395° Festino di Santa Rosalia, hanno presentato “I detenuti raccontano… Rosalia”, frammenti raccolti tra storia e tradizione popolare.

I protagonisti di questo appuntamento, il quarto della rassegna di #aspettandoilfestino2019, tra l’emozione del pubblico si sono cosi presentati, “sono e mi chiamo”: Carlo Foggia, Antonio Napoli, Domenico Siciliano, Girolamo Lipari, Francesco Cardella, Alessandro Cannizzo, Lo Re Silvestri, Gianni Giovannoni.

I detenuti raccontano… Rosalia” è stato fortemente voluto sia dal gruppo di lavoro del 395° Festino di Santa Rosalia, diretto da Vincenzo Montanelli, sia dagli organizzatori di Una Marina di Libri, Nicola Bravo e Piero Melati, presenti tra il pubblico.

Momento significativo, dopo la performance degli attori e dell’esibizione musicale di Gaspare Palazzolo e Fulvio Buccafusco, è stato anche l’incontro con il gruppo di ragazzi ospiti dell’Istituto Penale per Minorenni Malaspina presenti, in permesso, all’Orto Botanico.

Il Sindaco Leoluca Orlando al termine ha voluto intrattenersi alcuni minuti con i detenuti- attori, riconoscendogli l’importanza del loro contributo per il cambiamento della Città.

Stampa
Show More

Serena Marotta

Giornalista palermitana, classe 1976. Laureata in Giornalismo. Ha collaborato con il Giornale di Sicilia, La Repubblica, il L’Ora e scrive per diversi quotidiani online. Le sue passioni? La scrittura, il canto e la fotografia. Ama la sua città: Palermo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

due + dieci =

Chiudi

Adblock Detected

Si prega di considerare l'opportunità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci
Vai alla barra degli strumenti