Accade in cittàArticoli in primo pianoCinema ONPalermo On

Palermo, al Teatro Garibaldi la proiezione de “La rivoluzione in onda” per ricordare Mauro Rostagno

A trent’anni dall’omicidio di Mauro Rostagno è stato realizzato un film per conservare il suo archivio. Si intitola “La rivoluzione in onda” e sarà proiettato domani alle ore 20 presso il teatro Garibaldi di Palermo, grazie ad una collaborazione tra Le Vie dei Tesori, il Centro regionale del Catalogo e la biennale Manifesta 12. La proiezione è ad ingresso gratuito sino ad esaurimento posti.

Il sociologo e giornalista Mauro Rostagno è stato ucciso a 46 anni il 26 settembre 1988 dalla mafia in un agguato in contrada Lenzi, in provincia di Trapani, mentre si trovava a bordo della sua Duna, poco distante dalla comunità Saman. Il killer lo ha freddato con un fucile a pompa calibro 12 e una pistola calibro 38. Insieme a Rostagno, la sua giovane assistente, Monica Serra, si è salvata rannicchiandosi ai piedi del sedile. Mauro era nato a Torino il 6 marzo 1942. Era un giornalista scomodo che, tra le altre cose, stava indagando anche sul delitto del commissario di polizia Luigi Calabresi.

Il documentario è di Alberto Castiglione e la proiezione rappresenta un’occasione per ricordare il giornalista e il suo impegno.

Mauro Rostagno lavorava ad Rtc, una piccola emittente del trapanese.

L’archivio è stato recuperato grazie al supporto della Filmoteca regionale siciliana con l’aiuto di professionisti e mezzi tecnici. Adesso il Fondo Rostagno è custodito dal CriCD, di cui fa parte la Filmoteca, per volere della sorella del giornalista, Carla, che ha voluto donare al CriCD tutto il materiale documentario: oltre 500 videocassette e appunti che rischiavano di andare perduti.

Serena Marotta

Stampa
Show More

Serena Marotta

Giornalista palermitana, classe 1976. Laureata in Giornalismo. Ha collaborato con il Giornale di Sicilia, La Repubblica, il L’Ora e scrive per diversi quotidiani online. Le sue passioni? La scrittura, il canto e la fotografia. Ama la sua città: Palermo.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. The following time I learn a blog, I hope that it doesnt disappoint me as a lot as this one. I imply, I know it was my choice to learn, however I actually thought youd have something fascinating to say. All I hear is a bunch of whining about one thing that you may fix in the event you werent too busy on the lookout for attention.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciannove − quattordici =

Chiudi

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
Vai alla barra degli strumenti