Accade in cittàArticoli in primo piano

A Palermo prende il via il Kiwanis I-Day, l’incontro per discutere sul fenomeno dei minori scomparsi (18 maggio)

Si terrà sabato 18 maggio dalle ore 9,00 alle 13,00 presso la sala Mattarella di Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, a Palermo, l’incontro per discutere sul fenomeno dei minori scomparsi. Nel corso dell’incontro verrà presentato un report, realizzato dal KIWANIS Int. Distr. Italia-S.Marino, nel quale, oltre ad un’analisi del fenomeno e delle sue cause in Italia e in vari paesi del mondo, saranno indicate alcune misure “attive” per prevenire il fenomeno, e “passive” per intervenire in caso di scomparsa di un minore. A coordinare il progetto, che si estende su scala nazionale, è il kiwaniano C. Alessandro Mauceri, mentre l’incontro di sabato 18 maggio sarà moderato da Mauro Faso.

In Italia, il numero dei minori (principalmente stranieri) scomparsi continua ad essere altissimo, oltre 10 mila (dei quali oltre 7900 stranieri), solo nel 2018. In Europa, secondo i dati di Missing Children, citati anche in un documento della Commissione Europea, sarebbero quasi 250 mila i minori scomparsi nel 2018, uno ogni due minuti.

Diverse le cause di queste sparizioni: problemi familiari, maltrattamenti, bullismo e cyberbullismo, rapimenti. Ciò che li accomuna è che la maggior parte di loro assume la condizione di “IRREPERIBILI”, un eufemismo che, forse, aiuta a nascondere molte responsabilità.

Per cercare di porre un freno a tutto questo il Kiwanis International Distretto Italia-San Marino, insieme con ANCoS e Confartigianato Sicilia ha deciso di istituire l’I-Day, la giornata degli Irreperibili e dei Minori Scomparsi. Le iniziative prenderanno il via il 18 Maggio, in diverse città italiane.

di redazione

Stampa
Show More

Serena Marotta

Giornalista palermitana, classe 1976. Laureata in Giornalismo. Ha collaborato con il Giornale di Sicilia, La Repubblica, il L’Ora e scrive per diversi quotidiani online. Le sue passioni? La scrittura, il canto e la fotografia. Ama la sua città: Palermo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno × cinque =

Chiudi

Adblock Detected

Si prega di considerare l'opportunità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci
Vai alla barra degli strumenti