Articoli in primo piano

2153

Una piccola minoranza che detiene la ricchezza mondiale

di Giandiego Marigo

Tanti sono coloro che, messi assieme, sono più ricchi di 4.600.000.000 (Quattro miliardi e seicento milioni) di persone, a loro volta messe assieme; di cui 3.800.000.000 (tre miliardi e ottocento milioni) di poverissimi non riesce nemmeno ad ammonticchiare l’!% di tale ricchezza.

È un quadro devastante? Pensate che a raccontarcelo non è un vetero comunista e nemmeno un Anarchico insurrezionalista, non è un comboniano cripto-compassionevole, no! È una comunicazione ufficiale, corroborata da numeri ed evidenze da OXFAM la ONG oxfordiana in vista del World Economic Forum di Davos. I dati presi in considerazione non sono del 1600 inglese, ma del 2018/19 mondiale.

In Italia non si sta meglio, qui l’1% più ricco supera la ricchezza congiunta del 70% più povero, mentre il restante 29% rimane in mezzo cullandosi nell’illusione di una reale promozione sociale oppure attendendo di raggiungere scivolandovi incontro il restante 70%.

La diseguaglianza è il pane ed il sale del capitalismo, la sua essenza, la sua ragion d’essere. L’accumulo di ricchezza ad ogni costo ed al di là e al di fuori di ogni regola e morale è la filosofia essenziale che lo sorregge. Il potere di cui il denaro è conseguenza ed orpello.

Continua OXFAM, deliziandoci con la certezza matematica, comunicandoci che quest’anno ben il 58% della ricchezza globale sia andata a questo 1%, mentre il resto dell’umanità si è ridistribuito in modo assolutamente diseguale il restante 42%. Certo perché poi la diseguaglianza diventa filosofia e modo, distribuendosi sul pianeta con assoluta, lei sì, capillarità.

Possiamo quindi per continuare in questo gioco di numeri dicendo che i 2153 Miliardari della famigerata Lista Forbes sono da soli ricchi quanto il 60% della popolazione mondiale.

Va detto Per compiacere gli Amadeus di tutto il pianeta che esiste anche un Gender Gap, cioè: gli uomini possedevano (dati del 2018) il 50% in più di ricchezza rispetto alle donne.

Numeri? Già! Eppure la loro freddezza e crudezza ci racconta una storia, fatta di differenze. Intrisa di un modello competitivo e crudele,dove deboli, ultimi sono costretti ad una costante umiliazione. Dove le donne sono ancora ritenute “sostanzialmente meno” degli uomini e costrette , di fatto, a quel passo indietro di cui si sta tanto polemizzando.

Passo indietro che non è solo nelle forme e nelle chiacchiere, ma nei contenuti sostanziali del sistema.

L’Elitè, quante volta ne abbiamo sentito parlare? Quante speculazioni , parole … scritte, dette, urlate. Quante chiacchiere, eppure eccola qui, davanti ai nostri occhi.

Mostruosamente vera, mostruosamente potente e assolutamente ristretta nel numero. Eppure in grado di “Tenere” il potere fra le mani in modo assoluto e privo di qualsiasi scrupolo, ma , soprattutto, senza apparente difficoltà. Se non si lavora lì, sulla ridistribuzione della ricchezza, se non si discute della “natura del potere” non si sta facendo nulla. 7

Sinché la forza immensa ed il numero del 99% sarà, sostanzialmente controllato e dominato.

Sinché questo numero enorme di ignavi si illuderà di poter accedere un giorno alla stanza del sogno.

Sinché la voce della spiritualità non ci convincerà davvero d’essere uguali: Stesso sangue, stessa afflato, medesimi diritti. Stessi doveri!

Sinché permetteremo loro di usarci l’uno contro l’altro e di riempire con i nostri figli i loro eserciti per controllarci narrandoci una favola fatta di religioni e confini.

Sinché permetteremo all’ipnosi, alla società dei consumi, all’illusione della Democrazia e della meritocrazia, sinché permetteremo al loro pensiero, alla loro “canzone” di riempirci anima e mente.

Nulla potrà cambiare e nulla potrà, realmente, accadere, che non sia commedia, rappresentazione, inganno e beffa.

Il resto, perdonatemi, sono pugnette.

(fonte immagine:web)

 

 

Stampa
Show More

Articoli correlati

3 Commenti

  1. I am commenting to make you be aware of of the remarkable encounter my princess encountered using your web site. She figured out some issues, which included what it is like to have a great helping mindset to make the others very easily comprehend chosen complicated things. You actually surpassed people’s expectations. Thank you for imparting the invaluable, safe, informative and also unique tips on your topic to Mary.

  2. I like the helpful information you provide in your articles. I’ll bookmark your blog and check again here regularly. I’m quite sure I will learn plenty of new stuff right here! Good luck for the next!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sei + 16 =

Chiudi

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
Vai alla barra degli strumenti